Rinnovo del permesso di soggiorno

Se sei un cittadino non comunitario puoi rinnovare il permesso di soggiorno 30 giorni prima della data di scadenza .

Si consiglia comunque di rinnovare il permesso di soggiorno entro la data di scadenza.

Anche per la pratica di rinnovo, per ritirare il kit e per compilare la relativa domanda, potrai recarti al box n. 12 del Servizio Internazionalizzazione, dove i mediatori culturali ti aiuteranno.

I mediatori di solito sono presenti 2 giorni alla settimana, il martedì e il venerdì, dalle ore 9 alle ore 11.30.

IMPORTANTE: durante il mese di settembre i mediatori sono presenti esclusivamente per le richieste di primo permesso.

Pertanto, gli studenti che vogliono rinnovare il permesso di soggiorno presso il Politecnico, lo dovranno fare entro la fine di luglio oppure a partire dal mese di ottobre.

Per poter presentare domanda di rinnovo del permesso si soggiorno, sono necessari i seguenti documenti (le fotocopie devono essere in formato A4):

1) Il permesso di soggiorno in originale (in scadenza o scaduto)

2) Due copie fronte-retro del permesso di soggiorno (in scadenza o scaduto)

3) 2 fotocopie della pagina del passaporto contenente i dati personali + 1 fotocopia della pagina con il visto per l’Italia+fotocopia di tutte le pagine con 1 visto/timbro;

4) Autocertificazione di iscrizione con gli esami superati al Politecnico di Torino: è possibile stamparlo accedendo al Portale della Didattica: è necessario aver superato almeno 1 esame per il primo rinnovo, 2 esami per i successivi rinnovi.

5)  Una marca da bollo da € 16 (è possibile acquistarla dal Tabaccaio).

6) Una fotocopia della documentazione attestante la disponibilità di adeguate risorse finanziarie per il periodo della durata del soggiorno in Italia. Se sei in possesso di una borsa di studio, dovrai presentare una copia della lettera di attribuzione della borsa, dove è indicato l’importo della stessa.

Altrimenti, potrai presentare un’autocertificazione (il modello è disponibile presso l'Ufficio Foreign Citizens)

7) Fotocopia dell’ Assicurazione medica valida per il periodo di durata del permesso di soggiorno.

Anche per la pratica di rinnovo, dopo aver compilato la domanda con l’aiuto dei mediatori culturali, dovrai recarti per la spedizione in un Ufficio Postale in cui sia presente lo Sportello Amico, entro 2 o 3 giorni al massimo.

Le spese postali sono di circa 30,00 Euro. Dovrai pagare inoltre 70,46 euro relative al costo di emissione del permesso di soggiorno elettronico (il bollettino è disponibile al box n. 12 presso il Servizio Internazionalizzazione).

L’impiegato postale, controllerà il tuo passaporto (e’ importante non chiudere la busta!) e ti darà una nuova ricevuta postale con un ID e una PASSWORD da portare sempre con te, fino al ricevimento del permesso di soggiorno elettronico.

Ti verrà rilasciato, inoltre, un foglio su cui è indicato l’appuntamento per andare a fare il fotosegnalamento all’Ufficio Immigrazione.

RICORDA CHE E’ OBBLIGATORIO PRESENTARSI ALL'APPUNTAMENTO PER IL FOTOSEGNALAMENTO NELLA DATA E ALL’ORA INDICATE.

Ti consigliamo, 1 mese dopo aver effettuato il fotosegnalamento, di verificare lo stato della tua pratica; dovrai recarti all'Ufficio Foreign Citizens, portando con te la ricevuta postale.

Generalmente 1 o 2 mesi dopo aver effettuato il fotosegnalamento, è possibile ritirare il permesso di soggiorno presso l’Ufficio Immigrazione.

Anche per il rinnovo del permesso di soggiorno è possibile, in alternativa, presentare la domanda presso i patronati in Torino. Il servizio è gratuito e la lista dei patronati è disponibile presso l'Ufficio Foreign Citizens.

Come fare per uscire e rientrare in Italia dopo aver presentato domanda di rinnovo

Coloro che sono in possesso della ricevuta postale del rinnovo, possono uscire e rientrare in Italia solo se:

- viaggiano con il passaporto, la ricevuta di rinnovo del permesso di soggiorno ed il permesso di soggiorno scaduto o in scadenza;

- non transitano in un Paese dell’Area Schengen.

In ogni caso, per transitare nei Paesi dell’Area Schengen o in altri Paesi, è opportuno verificare con la Rappresentanza Diplomatica (ambasciata/consolato) del Paese in cui si intende transitare, se sia necessario ottenere un visto di ingresso, in base alla propria cittadinanza e al domicilio corrente.

In ogni caso, prima di acquistare il biglietto e partire, ti consigliamo di recarti all'Ufficio Foreign Citizens.

© Politecnico di Torino - Credits